Sicurezza email

Parlare di sicurezza email è fuorviante perché la mail, come mezzo di comunicazione, non è né sicura né insicura.

Quello che può essere sicuro o non sicuro è il contenuto di quello che viene spedito tramite la posta elettronica ed è in questo punto che subentra il doveroso controllo che chi riceve l’email deve effettuare.

Agli inizi, parecchi anni fa, o virus non si propagavano via email e quindi si poteva stare relativamente tranquilli, ma quando i delinquenti hanno scoperto questo mezzo di diffusione, è cominciata la pericolosità della mail come mezzo di comunicazione.

Se ricevi un virus, un tentativo di phishing o un ransomware sei tu che devi stare attento a quello che fai e a come gestisci queste email potenzialmente pericolose.

Perché è vero che tutti i sistemi di posta elettronica e tutti i server incorporano un antivirus e un antispam, ma spesso il malware riesce a filtrare lo stesso.

Soprattutto non esistono sistemi antiphishing che invece ricadono nella categoria degli antispam, ma un filtro antispam non può sapere se quella specifica email è un phishing o meno. In base a determinati algoritmi tenta invece di definire se quell’email può essere considerata spam o meno.

Quindi la sicurezza email è relativa solo al tuo comportamento, non ad altro.

sicurezza email

Usa una password complessa

L’errore che moltissimi fanno è di utilizzare una password semplice e facile da scoprire. È un errore veramente grossolano perché se qualcuno accede alla tua posta elettronica, oltre a usarla per fare spam, può letteralmente vedere tutti gli affari tuoi dalla A alla Z!

Abilita l’autenticazione a due fattori

L’autenticazione a due fattori è un ottimo sistema di protezione ma purtroppo non è disponibile su tutti i sistemi di posta elettronica. Gmail e Outlook e Yahoo ce l’hanno ma altri possono anche non averla. Se hai un tuo dominio presso quale provider come Aruba o Register o altro, può essere che non sia disponibile.

Leggi anche  Gli allegati nella posta elettronica

Non aprire subito gli allegati

Quando ti arriva un’email con un allegato verifica sempre

  • il mittente; è un indirizzo email conosciuto?
  • il contenuto; ti aspettavi questa email? È un allegato che qualcuno doveva mandarti o ti prende di sorpresa e non te lo aspettavi?
  • l’allegato; controlla che tipo di allegato è e ricontrolla anche in base a questo se è un allegato che ti aspettavi o meno

Se c’è qualcosa che non quadra non aprirlo e aspetta, oppure chiedi un parere a qualcuno.

Usa email separate

la situazione ideale secondo me è avere un indirizzo di posta da usare per le cose importanti e per tutto il resto usare un’email secondaria. In questo modo ti sarà molto più facile distinguere le mail importanti (che stanno in una casella di posta per conto loro) da tutto il resto che non è strettamente indispensabile o che interessa in modo minore.

Tieni aggiornato il browser

Se usi la webmail stabilmente ricordati sempre di tenere aggiornato il tuo browser per correggere tutte le falle di sicurezza. Qualsiasi esso sia – qui puoi vedere anche alcune alternative ai classici – applica sempre tutti gli aggiornamenti senza indugiare.

Non dare mai i tuoi dati

A meno che tu non sia sicuro al 100% del sito sul quale stai navigando e i dati ti vengano chiesti per un motivo ben preciso, non lasciare mai i tuoi dati personali ad alcuno!

Circolano da tempo e circoleranno sempre email che ti fanno credere di avere diritto a un buono delle varie Coop, Iper, Decathlon, Amazon, ecc. e che sono del tutto falsi e privi di fondamento.

Non hai vinto nulla, non c’è alcun buono e sono tutti solo dei sistemi biechi per carpire tutti i tuoi dati personali che poi verranno venduti a spammer e gente del genere. Se guardi gli esempi sopra ci Coop e Decathlon vedrai che più o meno sono tutti uguali e hanno tutti lo stesso scopo.

Leggi anche  Virus via PEC - Invio documentazione

Non mandare mai i documenti

Se ti arriva qualsiasi email che ti chiede di mandare i documenti come carta d’identità e cose del genere, non farlo a meno che tu non sia assolutamente certo di quello che stai facendo.

Se stai concludendo in remoto un contratto di leasing o noleggio o stai acquistando un’auto o una moto o stai facendo un prestito o un finanziamento, è plausibile che ti venga chiesta copia dei documenti.

Ma se rispondi a un’offerta di lavoro e ti chiedono copia della carta d’identità, allora c’è sotto qualcosa di losco. E così in tutti i casi in cui non è giustificato il fatto di mandare i documenti via email.

Ti consiglio di leggere sempre e stampare il vademecum in 18 punti che ti fa capire se un’email è reale o un tentativo di phishing. Ti eviterai un sacco di problemi e riuscirai a difenderti efficacemente dal phishing.

Dai un voto all'articolo

Sicurezza email Parlare di sicurezza email è fuorviante perché la mail, come mezzo di comunicazione, non è né sicura né insicura. Quello che può essere sicuro o non sicuro è il contenuto di quello che viene spedito tramite la posta elettronica ed è in questo punto che subentra il doveroso controllo che chi riceve l’email deve effettuare. Agli inizi, parecchi anni fa, o virus non si propagavano via email e quindi si poteva stare relativamente tranquilli, ma quando i delinquenti hanno scoperto questo mezzo di diffusione, è cominciata la pericolosità della mail come mezzo di comunicazione. Se ricevi un virus, un tentativo
5 1 5 1
5

Lascia un commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.