Maiuscole e minuscole in un indirizzo email

Ne ho parlato diffusamente anche nel libro e ti sarà sicuramente capitato. Chiedi l’indirizzo email a qualcuno e questo qualcuno ti dice il suo indirizzo email seguito solitamente da “tutto minuscolo“. Maiuscole e minuscole in un indirizzo email hanno veramente importanza?

Maiuscole e minuscole in un indirizzo email

Ha senso una cosa del genere? Cioè, serve veramente specificare se l’indirizzo email deve essere scritto facendo attenzione alle maiuscole e alle minuscole? Hanno importanza le lettere maiuscole?

La risposta è semplice. No.

Che tu scriva [email protected] o [email protected] e tutte le varianti del caso, non ha nessuna importanza e l’email arriva lo stesso al destinatario.

Non solo in quello che sta prima della chiocciola ma anche dopo la chiocciola, nel dominio. [email protected] e [email protected] sono esattamente identici e l’email verrà comunque consegnata al destinatario.

Cosa dice la normativa

Ma c’è qualcosa da sapere perché dire semplicemente no non basta per dare un’informazione completa. Vediamo in dettaglio.

Si usano le maiuscole in un'email? Condividi il Tweet

Per ogni protocollo e funzione di internet sono stati stabiliti da un gruppo di esperti (ietf.org) degli standard a cui tutti devono uniformarsi perché altrimenti le comunicazioni non funzionano.

Questi standard definiscono anche come deve funzionare un server SMTP (se non sai cosa sia un server SMTP clicca sul link), che è quello che manda fisicamente la tua posta al destinatario.

La RFC5321 è quella che stabilisce come deve funzionare e che caratteristiche deve avere un server SMTP e dice testualmente

The local-part of a mailbox MUST BE treated as case sensitive. Therefore, SMTP implementations MUST take care to preserve the case of mailbox local-parts. In particular, for some hosts, the user “smith” is different from the user “Smith”. However, exploiting the case sensitivity of mailbox local-parts impedes interoperability and is discouraged. Mailbox domains follow normal DNS rules and are hence not case sensitive.

Che significa

La parte locale di un indirizzo email (quello cioè che c’è prima di @) deve essere trattato come sensibile a maiuscole e minuscole. In particolare, per alcuni server, l’utente “smith” è diverso dall’utente “Smith“. In ogni caso, l’utilizzo di maiuscole e minuscole rende difficile l’interoperabilità tra i server quindi è scoraggiato. Il dominio (quello che segue @) non è sensibile a maiuscole e minuscole.

In pratica lo standard dice che l’indirizzo email (non il dominio) può essere sensibile a maiuscole e minuscole e quindi qualche server di posta potrebbe tenere in conto questa raccomandazione, ma lo stesso standard scoraggia chiunque dal fare una simile implementazione, perché renderebbe difficoltose le comunicazioni e, in pratica, nessuno utilizza questa differenziazione.

Anche a livello logico la cosa è abbastanza assurda.

Se tutti usassero maiuscole e minuscole, vorrebbe dire che potrebbero esistere due account di posta identici ma differenziati solo da maiuscole e minuscole tipo [email protected] e [email protected], ma questo porterebbe a problemi incredibili perché basterebbe dimenticarsi una maiuscola si manderebbero email a persone sbagliate.

Quindi, se qualcuno ti dice che il suo indirizzo email è scritto con maiuscole e minuscole, nel 99,99% dei casi non sa quello che sta dicendo perché dubito che conosca la RFC5321.

Molto probabilmente glielo ha detto qualcun altro ma potrebbe, in un’ipotesi quasi impossibile, essere vero.

Tu scrivi l’indirizzo sempre tutto in minuscolo e vedrai che arriverà lo stesso.

Gli indirizzi internet e le maiuscole

Questa confusione si collega a come invece vengono trattati gli indirizzi internet, gli URL, che sono invece sensibili a maiuscole e minuscole.

Tutti i sistemi Linux su cui si poggiano i server web infatti differenziano tra maiuscole e minuscole, quindi un url come

http://www.dominio.it/prova.html

è diverso da

http://www.dominio.it/PROVA.html

proprio perché con il sistema Linux i due files sono diversi e possono coesistere senza problemi.

Questo però non solo a livello di server web perché anche sul tuo computer, sia esso Windows o MacOS, non possono esistere nello stesso posto due files che hanno lo stesso nome differenziato solo da maiuscole e minuscole. Se quindi in una cartella hai un documento che si chiama “analisi.doc” non puoi nella stessa posizione salvare un altro documento che si chiama “Analisi.doc” proprio perché il sistema non fa differenza tra maiuscole e minuscole.

E meno male, aggiungo io, perché altrimenti ti troveresti cartelle piene di documenti con lo stesso nome e avresti seri problemi sia a organizzare le cose che a trovare quelle che ti servono o ti interessano.

Conclusioni su maiuscole e minuscole in un indirizzo mail

In sostanza e senza farla troppo lunga, le maiuscole e le minuscole non hanno alcuna importanza in un indirizzo mail quindi non è neanche un argomento di discussione. Scrivi sempre tutto in minuscolo e non avrai mai problemi.

Approfondimenti

Dai un voto all'articolo

Maiuscole e minuscole in un indirizzo email Ne ho parlato diffusamente anche nel libro e ti sarà sicuramente capitato. Chiedi l’indirizzo email a qualcuno e questo qualcuno ti dice il suo indirizzo email seguito solitamente da “tutto minuscolo“. Maiuscole e minuscole in un indirizzo email hanno veramente importanza? Ha senso una cosa del genere? Cioè, serve veramente specificare se l’indirizzo email deve essere …

Maiuscole e minuscole in un indirizzo email Leggi tutto »

4.5 1 5 28
4.5

2 commenti su “Maiuscole e minuscole in un indirizzo email”

  1. Mi spiace contraddirla ma molti server di posta fanno differenza nel nome utente dell’indirizzo di posta (cioè tutto quello che è presente prima del carattere @).
    Maiuscole e minuscole vengono trattate in maniera differente nonostante sia stato sconsigliato nella RFC5321 e tanti utenti non ricevono la posta elettronica quando qualcuno inserisce caratteri maiuscoli dove avrebbero dovuto essere minuscoli.

    1. Grazie del contributo Marco. Se devo dirti la verità, in 30 anni di email e internet non ho mai visto un’email rifiutata a causa del maiuscolo o minuscolo che non corrisponde. Non escludo che qualche server di posta possa tenere in considerazione la capitalizzazione delle lettere però, come ti ho detto, non ho mai potuto riscontrare un comportamento del genere. Se riesci a farmi qualche esempio di un server che faccia questa differenza te ne sarò grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su