Problemi Alice

Invio voto
Vota questo articolo!
4 (1 voto)

Oggi ci occupiamo dei problemi Alice che è il servizio – pessimo – di posta elettronica di Tim.

Ho detto pessimo e lo ripeto. Alice mail è un servizio pessimo nel senso che ha un’affidabilità vicina allo zero e non capisco come ci siano ancora persone che lo possano utilizzare come email lavorativa.

Il 90% dei problemi Alice di cui sono stato informato riguarda disservizi di Alice e non problemi relativi al tuo computer o al tuo client di posta elettronica, quindi se dovessi anche tu avere qualche problema, sei in buona compagnia.

alice mail problemi
alice mail

Problemi Alice in ricezione mail

Problemi classici dove uno o più di uno dei tuoi corrispondenti non riesce a scriverti. In questo caso bisognerebbe sapere quale messaggio torna indietro a chi tenta di scriverti perché il quel messaggio di errore è spesso contenuta la risposta.

Prova a spedirti un’email da un tuo indirizzo email secondario e vedi cosa succede. Se ti arriva può essere un problema del mittente, altrimenti vedrai da solo quale può essere il problema dal messaggio di errore che ti torna indietro.

Solitamente questo tipo di problemi sono temporanei.

Problemi Alice in spedizione email

Questo è invece un classico. Il server del destinatario rifiuta la tua email perché il server usato per spedirla – Alice – ha una reputazione pessima perché usato per lo SPAM, e quindi il tuo destinatario non vedrà mai la tua email.

Alice è una casella gratuita data a milioni di persone e mantenuta a un minimo di funzionalità da Telecom che non ha alcun interesse a fare in modo che funzioni regolarmente. Moltissimi lo usano per spammare e quindi tutti i server SMTP di Alice hanno una reputazione bassissima.

Leggi anche  Come organizzare le email

I server seri controllano anche, come prevenzione dallo SPAM, questa reputazione proprio per evitare di inondarti la casella di SPAM e se trovano un’email proveniente da uno di questi server, la rifiutano.

Vero è che Telecom consiglia di non usare queste caselle per lavoro, ma altrettanto vero è che quasi nessuno sa o segue questo consiglio, con tutti i problemi che ne derivano. Se hai una casella su Alice o tim.it ti consiglio di seguire il mio consiglio e passare a Gmail prima possibile.

Ecco un esempio di messaggio di errore che torna a te come mittente.

These recipients of your message have been processed by the mail server: nome.cognome@dominio.it; Failed; 5.1.1 (bad destination mailbox address)

Remote MTA dominio.it: SMTP diagnostic: 550-“JunkMail rejected – smtp302.alice.it [82.57.200.118]:50936 is in an RBL,\r\n550 see Blocked – see http://www.spamcop.net/bl.shtml?82.57.200.118”

Questo messaggio indica che il server del recipiente dice che non ha potuto accettare l’email in arrivo dal server di Alice perché questo server è inserito in una lista di server che vengono usati per fare spam.

La traduzione letterale di “JunkMail rejected – smtp302.alice.it [82.57.200.118]:50936 is in an RBL” è infatti “Email di spam rifiutata, il server smtp302.alice.it con indirizzo IP 82.57.200.118 è in una RBL” (Real-time Blackhole List o anche DNS-based Blackhole List) quindi l’email viene respinta.

Considera anche che su questa pagina del sito tim.it viene detto

Per tutelare i propri clienti dal fenomeno dello spam e dall’inserimento in black list dei server TIM, con conseguente mancata ricezione dei messaggi da parte di alcuni Provider Mail, dai server SMTP di TIM non è più possibile inviare email con mittente diverso dai domini di posta alice.it, aliceposta.it, tim.it, tin.it (anche tramite la porta standard 25 senza autenticazione).

Questo significa che mentre con Gmail o Outlook o Yahoo tu puoi spedire email a chiunque, con il server SMTP di TIM non puoi spedire e nessun destinatario che non abbia una casella su uno dei domini Telecom indicati sopra, il che rende la casella praticamente inutilizzabile.

Leggi anche  Problemi accesso Alice Mail
Tags:

Lascia un commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.