Alternative a Gmail

Non c’è solo Gmail per avere una casella gratuita di posta anche se, a mio modesto parere, Gmail è il servizio in assoluto migliore e, per di più, gratuito.

Alternative a Gmail
Alternative a Gmail 2

Se però, per un motivo o per l’altro, non vuoi usarlo o se vuoi cercare una casella gratuita di posta elettronica o crearti una casella diversa su di un servizio diverso, allora puoi provare uno di questi servizi, anch’essi del tutto gratuiti.

Le principali caselle email gratuite

Clicca sul nome del servizio per andare direttamente al sito correlato e attivare la tua casella gratuita.

  1. Mail.com è un servizio interessante che ti permette di scegliere tra oltre 200 domini per avere la tua casella di posta (per esempio post.com, europe.com, consultant.com e via di questo passo), cosa che potrebbe essere molto utile per non avere sempre la solita casella generica. Fornisce inoltre spazio illimitato per la posta, antispam e antivirus, calendario e possibilità di inviare allegati fino a 50Mb.
  2. Outlook.com è il successore di hotmail.com ed è l’ideale se sei un utente affezionato a tutto quello che è Microsoft. Anche Outlook offre spazio virtualmente illimitato.
  3. Yahoo.com è ormai conosciutissimo, forse più di alcuni altri e offre anche lui spazio virtualmente illimitato. Molto migliorato da quello, orribile, che era una volta.
  4. Gmx.com è il proprietario di mail.com quindi i servizi sono simili ma il dominio di riferimento è solo gmx.com quindi se vuoi una casella più “esotica” è sicuramente meglio mail.com. Anche qui gli allegati in uscita sono di 50Mb ma, come nel caso di mail.com è meglio che tu legga questo articolo che avevo scritto tempo fa a proposito di questi limiti.
  5. Hushmail.com offre una casella fino a 25Gb e la possibilità di crearsi un’email sui domini @hushmail.com, @hushmail.me, @hush.com, @hush.ai@mac.hush.com. Devi però entrare nel tuo account almeno una volta ogni tre settimane per poterlo mantenere. Meglio uno degli altri.
  6. Virgilio.it è il classico servizio offerto ormai da anni. interessante perché con GigaMail puoi inviare files fino a 2Gb senza intasare la tua casella e quella del destinatario. Ha una capacità di soli 3Gb.

In realtà ne esistono ancora altri come tim.it o alice.it o libero.it ma non li segnalo perché o offrono qualcosa di più di quelli citati, oppure è inutile anche prenderli in considerazione, a mio parere e rimanere su uno di questi.

Ne esistono molti altri anche all’estero ma sono tutti in inglese e non tutti in Italia conoscono l’inglese, ma se non è un problema allora ti segnalo Yandex che è una delle alternative a Gmail più interessanti oggi.

Lascio perdere appositamente tutte le caselle su tiscali.it, alice.it, tin.it, libero.it e così via perché notoriamente inaffidabili sia in ricezione che in spedizione e comunque in nessun modo confrontabili, anche lontanamente, con uno dei servizi descritti sopra.

Se ti è possibile e hai una casella su questi provider, cambiala con una su Gmail o su uno degli altri a tua scelta.

Approfondimenti

Dai un voto all'articolo

Alternative a Gmail Non c’è solo Gmail per avere una casella gratuita di posta anche se, a mio modesto parere, Gmail è il servizio in assoluto migliore e, per di più, gratuito. Se però, per un motivo o per l’altro, non vuoi usarlo o se vuoi cercare una casella gratuita di posta elettronica o crearti una casella diversa su di …

Alternative a Gmail Leggi tutto »

5 1 5 4
5

4 commenti su “Alternative a Gmail”

  1. Articolo interessante. Sarebbero utili indicazioni sulla privacy: se e quanto gli indirizzi email degli utenti vengano rivenduti (o catturati da spammer). Inoltre va detto le interfacce Web da loro fornite traboccano di pubblicità: meglio un normale accesso IMAP o POP3.
    Oggidì è difficile crearsi un email comunicando solo nome e cognome. O subito o dopo (Yandex) ti chiedono un numero di cell. per verifica, o di fornirgli un altro email già esistente. Mail.com non si accontenta del secondo email e blocca da subito l’indirizzo appena creato per “attività sospetta” (pur senza aver spedito o ricevuto nulla). Sino a pochi mesi fa scrivendo al customer support lo sbloccavano. Ora non più. Tutto ciò è abbastanza deprimente. Sarà che noi italiani, in generale, siamo considerati inaffidabili?
    Tra i fornitori esteri gratis segnalo anche aol.com. Può sembrar strano avere un email “America On Line”, ma funziona bene.
    Suggerisco ancora, da semplice utente privato, di attivare più indirizzi presso più fornitori, così da usarli ciascuno per un ambito diverso: bollette, compravendite online, messaggi privati, newsletter, ecc. Avere diversi email non complica la vita: ci sono app gratuite che li scandagliano e li mostrano assieme, o anche smazzati.
    FairEmail (per Android) è valida e penso funzioni con tutti i provider, di sicuro con mail.com, gmx.com. yandex.com, aol.com e altri ancora. Credo che esistano app equivalenti, ma FairEmail pare assai ben ingegnerizzata.
    Attenzione: con alcuni fornitori va generata una password speciale per abilitare la connessione con protocollo IMAP. Non banalissimo ma si fa una volta e poi più.

    1. Grazie dell’interessante commento Guido. Non sono andato troppo in profondità soprattutto sul discorso privacy perché è impossibile da sapere a priori e quanto al suggerimento di attivare più caselle mi trovi completamente in sintonia perché da sempre sono un fautore della molteplicità degli account email anche se ai più possono creare problemi logistici e di gestione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su