L’avviso di lettura email ha valore legale?

Tempo di lettura: 1 minuto

L’avviso di lettura delle email è un tema di cui ho parlato diffusamente anche nel libro Tutto sulla Posta Elettronica dove è stato uno dei miti da sfatare. Però in molti mi hanno chiesto se l’avviso di lettura email ha valore legale cioè può essere opposto a terzi il fatto che, con un avviso di lettura, si può avere la certezza che un’email è stata effettivamente letta.

Vediamo tutto nel dettaglio.

In primis l’avviso di lettura non funziona su tutti i client di posta elettronica. Su Apple Mail per esempio non appare la richiesta di conferma di lettura, mentre su Outlook appare.

In secondo luogo la richiesta di conferma di lettura è opzionale. Chi riceve l’email, se la vede, può confermare o meno.

Questi due elementi fanno propendere per la non validità perché ovviamente se non lo vedi non puoi confermarlo e se anche lo vedi ma puoi evitare di dare la conferma, non serve a nulla.

Quindi possiamo dire con sicurezza che l’avvisto di lettura email NON ha valore legale anche se evidentemente il giudice potrebbe tenerne conto o meno a seconda di quello che si trova a dovere giudicare.

Se invece ci sono dei comportamenti che fanno pensare che il destinatario abbia letto l’email, anche in questo caso non c’è valore legale ma il giudice ne terrà sicuramente conto. Il caso classico è che il destinatario risponda alla tua email; risulta effettivamente impossibile poi per lui affermare che non aveva mai ricevuto quell’email. Sembra una stupidata e sono concorde, ma ho visto succedere anche questo perché il destinatario magari non si ricorda di avere risposto.

Leggi anche  Come passare da Alice a Gmail

Ricorda sempre che se vuoi che una comunicazione abbia valore legale, devi farla tramite PEC ma osservando le istruzioni che trovi in questo post che parla della PEC.

Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.