Il percorso di una mail

Ti sei mai chiesto qual’è il percorso di una mail prima di arrivare a destinazione?

Tempo fa ho pubblicato un articolo che spiega chiaramente come funziona la posta elettronica, perché questo argomento è ancora oggetto di molta confusione e non tutti hanno le informazioni corrette.

Google ha online un video molto interessante, anche se in inglese, che spiega chiaramente la strada che un’email percorre da quando clicchi sul pulsante Invia fino alla cartella posta in arrivo del destinatario.

Il percorso di una mail

Il percorso di un’email è il seguente

come funziona la posta elettronica

Ma in questo tragitto ci sono delle tappe che l’email fa per verifiche e controlli. Vediamo le tappe.

I controlli del mittente

Quando spedisci un’email, il provider verifica alcuni elementi importanti come

  1. chi è il mittente
  2. quanti messaggi sono stati inviati precedentemente da quell’account
  3. il contenuto dell’email
  4. i destinatari o il destinatario

A seconda di come vanno questi controlli, possono succedere diverse cose.

Il mittente è autorizzato e non ci sono problemi di sorta e quindi l’email viene spedita, oppure

  1. il mittente non è autorizzato a inviare email perché non ha le credenziali corrette o usa un dominio non autorizzato per la spedizione
  2. il mittente ha già inviato troppi messaggi email e ha superato la quota consentita
  3. il contenuto dell’email non va bene, non supera i controlli antispam oppure ha degli allegati pericolosi o non permessi
  4. il destinatario è sbagliato

e in questi casi l’email non parte e il mittente viene avvisato di quale è il problema.

I controlli del destinatario

L’email viene quindi spedita al server di posta in entrata del destinatario e ora sarà questo server che dovrà eseguire tutti i controlli, tra cui

  1. la reputazione del server di posta in uscita del mittente. Se è una reputazione bassa perché quel server è stato usato per fare spam, l’email viene respinta
  2. la presenza o meno di allegati che il destinatario non accetta
  3. un controllo antispam che deve soddisfare le regole che il destinatario ha impostato e che possono essere diverse da quelle del mittente. Quindi un’email può non essere classificata come spam in partenza ma essere scartata come spam all’arrivo
  4. l’esistenza di quella specifica casella di posta sul server del destinatario. Se non esiste l’email viene respinta
  5. il controllo antivirus. Se non viene superato l’email è respinta
Leggi anche  Come cambiare password di Gmail

Quindi, come vedi, non è che il percorso dell’email sia tutto rose e fiori perché tutte queste regole devono essere rispettate affinché un’email arrivi al destinatario.

È tutto automatico, tu non devi fare nulla, ma almeno ora sai quali sono i controlli che vengono effettuati e puoi regolarti di conseguenza.

Ti è piaciuto questo articolo?

Il percorso di una mail Ti sei mai chiesto qual’è il percorso di una mail prima di arrivare a destinazione? Tempo fa ho pubblicato un articolo che spiega chiaramente come funziona la posta elettronica, perché questo argomento è ancora oggetto di molta confusione e non tutti hanno le informazioni corrette. Google ha online un video molto interessante, anche se in inglese, che spiega chiaramente la strada che un’email percorre da quando clicchi sul pulsante Invia fino alla cartella posta in arrivo del destinatario. Il percorso di una mail Il percorso di un’email è il seguente Ma in questo tragitto ci sono delle tappe che l’email fa per verifiche
5 1 5 1
5

Lascia un commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.