Creare indirizzo mail anonimo

Tempo di lettura: 3 minuti

Tempo fa avevamo visto come creare un indirizzo mail falso ma oggi ti spiego come creare indirizzo mail anonimo.

Creare indirizzo mail anonimo

Cos’è un indirizzo mail anonimo

Non ci sono regole che stabiliscano come deve essere un indirizzo mail e quindi ci puoi scrivere quello che vuoi. La consuetudine è di usare il nome o il nome e cognome oppure, nel caso di un’email aziendale, anche la funzione come vendite@ o amministrazione@andrea.

Lo scopo è quello di fare capire subito all’interlocutore con chi sta interagendo.

Un indirizzo email anonimo è quindi un indirizzo dal quale non si può risalire alla tua persona. Se tu usassi un indirizzo email tipo goldenpower@gmail.com, il tuo interlocutore non avrebbe nessun indizio del fatto che dietro ci sei tu.

A cosa serve un indirizzo mail anonimo

Serve in tutti quei casi in cui non vuoi essere riconosciuto e non vuoi che qualcuno possa risalire alla tua persona; in tutti i casi in cui hai bisogno di anonimato.

Supponi di volerti iscrivere a una community del tutto legittima e legale – perché parliamo di cose legali ovviamente – ma per ragioni tue personali o di lavoro, non vuoi che qualcuno ti possa riconoscere.

Se ti iscrivi con l’email mario.rossi@yahoo.it è facile che qualcuno la veda e ti scopra. Se invece ti iscrivi con gundam187@outlook.it sarà impossibile che qualcuno associ quell’indirizzo email alla tua persona, a meno che non trovi un tuo amico stretto che ti conosce benissimo e sa che hai sempre usato quel soprannome fin da bambino.

Quindi, regola numero 1, se vuoi un’email effettivamente anonima, non usare il tuo soprannome classico o qualcosa che possa far pensare a te, ma qualcosa di completamente diverso e che non hai mai usato prima.

Quando usare un indirizzo mail anonimo

Ovviamente lo userai quando la tua privacy è importante e non vuoi che qualcuno risalga a te. Se usi quell’indirizzo come mail principale, il discorso privacy va a farsi benedire perché tutti sapranno che gundam187 sei tu.

Altrettanto chiaramente non usarlo in ambito lavorativo perché è poco serio. Non puoi pensare di presentarti a un cliente o a un fornitore con una mail come gundam187@gmail.com o principessapussy@yahoo.it.

Lo terrai separato dalla tua email principale in modo che non ci siano collegamenti tra le due e la userai solo su quei siti dove la tua privacy è importante.

Quanti indirizzi mail anonimi puoi avere?

Tutti quelli che vuoi. Gmail, ma anche Outlook o Yahoo, ti permettono di creare tutti gli indirizzi che vuoi, a patto che ovviamente non siano già stati registrati, quindi puoi sbizzarrirti anche se, per questioni di comodità, è inutile che ne crei a decine perché poi rischi di dimenticarti con quale indirizzo ti sei registrato su un sito e diventa un problema risalire, oppure rischi di dimenticarteli facilmente.

Penso che, per un uso comune, 2 o 3 indirizzi anonimi siano più che sufficienti per iscriversi a diversi portali o siti o forum dove vuoi rimanere completamente anonimo.

Livello di sicurezza di una mail anonima

Ricorda che stiamo sempre parlando di attività lecite perché anche se tu fornisci credenziali false all’atto della creazione della tua casella mail anonima, in caso di illeciti sei comunque più o meno rintracciabile, per quanto furbo tu pensi di essere.

Nel caso infatti di una richiesta dell’autorità giudiziaria, i vari provider non avranno problemi a dare tutti i dati in loro possesso e così facendo potranno comunque risalire a te; anche se hai inserito dei dati falsi, ti sei comunque collegato a internet tramite il tuo computer, molto probabilmente, con il tuo IP dell’ufficio o di casa e, oppure hai inserito il tuo cellulare o un’altra email di recupero e, in un modo o nell’altro, sarà possibile risalire a te.

Ovvio che questo non succederà se non in questi casi specifici ma in questo articolo non ti sto suggerendo di creare una mail anonima per vendere droga o armi o compiere altre attività penalmente rilevanti e quindi la tua sicurezza è più o meno garantita.

Detto in parole povere, se ti sei iscritto a un sito di amanti della caccia quando magari lavori per un’azienda che fa della lotta alla caccia la sua bandiera, nessuno risalirà a te.

Come creare un indirizzo mail anonimo

Se sei particolarmente attento alla tua privacy ti consiglio di crearlo su uno di questi servizi che sono gratuiti. Ne esistono anche a pagamento ma se l’uso è quello di cui stavamo parlando, non è il caso di spendere soldi

  • Protonmail
  • Yandex

Se invece vuoi solo un’email su di un servizio che magari conosci già o già utilizzi, ti consiglio di sceglierne uno dalla solita triade Gmail, Yahoo, Outlook.

Approfondimenti

Dai un voto all'articolo

Creare indirizzo mail anonimo Tempo fa avevamo visto come creare un indirizzo mail falso ma oggi ti spiego come creare indirizzo mail anonimo. Cos’è un indirizzo mail anonimo Non ci sono regole che stabiliscano come deve essere un indirizzo mail e quindi ci puoi scrivere quello che vuoi. La consuetudine è di usare il nome o il nome e cognome oppure, nel caso di un’email aziendale, anche la funzione come vendite@ o amministrazione@andrea. Lo scopo è quello di fare capire subito all’interlocutore con chi sta interagendo. Un indirizzo email anonimo è quindi un indirizzo dal quale non si può risalire alla tua persona. Se
5 1 5 2
5

banner manuale di autodifesa digitale

Lascia un commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Disponibile il libro Manuale di Autodifesa Digitale | Come difendersi dal phishing
Manuale di Autodifesa Digitale - il libro