Le email spedite non arrivano. Blacklist?

Se scopri che le email spedite non arrivano più ai destinatari e vengono respinte come sospetto SPAM, potrebbe essere che il tuo server di posta in uscita (SMTP) sia stato inserito in una blacklist.

La blacklist è una “lista nera” in cui vengono inseriti tutti i server di invio posta che sono stati sospettati di inviare SPAM.

Queste blacklist sono mantenute da alcuni server su internet. Se il tuo server SMTP è finito in una di queste liste, la tua email verrà rifiutata perché spedita da un server “compromesso”.

In genere nel messaggio di errore che torna indietro viene spiegato il motivo del mancato recapito.

Altrettanto in genere i server SMTP di Telecom, Libero, Fastweb e in genere quelli dei provider di caselle di posta elettronica gratuita, sono in blacklist molto spesso.

Spiegazione tecnica

Ecco come un server di posta in uscita o SMTP viene messo in blacklist.

Quello che succede è che il server del destinatario controlla da chi arriva l’email confrontando l’indirizzo IP del server SMTP che gliel’ha mandata con queste liste. Se l’indirizzo IP è inserito in una di queste liste, allora la posta viene rifiutata, e questo può essere un grosso problema perché significa che non riuscirai più a spedire un’email a uno o più dei tuoi destinatari abituali.

Questo può essere uno dei motivi per cui tu non riesci a spedire posta a uno o più indirizzi email oppure non riesci a riceverla da uno o più indirizzi email.

Considera anche che difficilmente questo succede se la posta viene spedita da caselle di posta elettronica su Gmail perché Google esegue dei controlli molto stretti sullo SPAM ed è praticamente impossibile che uno spammer lo faccia usando i server SMTP di Google.

Leggi anche  Come leggere la posta di Alice da outlook.it

Spiegazione semplice

Detto in altri termini più semplici, il server di posta in entrata del destinatario verifica che il server di posta in uscita del mittente non sia in una lista nera. Se è in qualche lista nera rifiuta la posta, altrimenti la accetta.

Cosa è e come si gestisce una blacklist. Condividi il Tweet

Voglio anche dirti che non tutti i server di posta in entrata fanno questi controlli.

Se il server è tuo e lo hai in azienda, puoi configurartelo come meglio credi, altrimenti se ti affidi ad altri devi accettare quello che ti viene dato. In genere è meglio che questi filtri ci siano perché ti evitano l’intasamento della casella con SPAM e porcate di tutti i tipi però, come tutti i filtri, non sono assolutamente infallibili ed è per questo che devi sempre controllare la tua cartella della posta indesiderata.

Magari non è questo il problema ma un controllo non fa mai male. Di solito il server SMTP che utilizzi è quello che ti viene fornito dal tuo provider di connessione (Alice, Tiscali, Libero, Tele2, ecc.) e per scoprirlo basterà che guardi nel tuo programma di posta elettronica, in Account, dove è indicato “Server di posta in uscita” oppure “Server SMTP”.

Ad esempio per tiscali è smtp.tiscali.it ma se vuoi vedere le configurazioni di praticamente tutti i provider italiani, troverai tutti i dati qui sul blog.

Supponendo che il tuo server SMTP sia quello di Tiscali, vai su mxtoolbox e inserisci “tiscali.it” o il tuo server SMTPsmtp.tiscali.it“. Apparirà una pagina del genere con segnali verdi se non ci sono problemi o rossi se invece in qualche blacklist è presente.

controllo blacklist server smtp

Ci sono altri sistemi ma sono molto più complessi e diventerei noioso per molti di voi. In ogni caso questo è un ottimo sistema per saperlo e per capire quello che sta succedendo.

Leggi anche  Le email dinamiche di Gmail

Come detto prima stai tranquillo che nel messaggio di errore che torna indietro è chiaramente indicato

Dai un voto all'articolo

5

6 Commenti

  1. trip 11 Gennaio 2019
    • andrea 14 Gennaio 2019
  2. trip 14 Gennaio 2019
  3. trip 14 Gennaio 2019
    • andrea 15 Gennaio 2019

Lascia un commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.