Green Pass, attenzione alle truffe

Tempo di lettura: 5 minuti

Il green pass è oggi sulla bocca di tutti e da quando è stato reso obbligatorio per alcuni servizi, le truffe sono iniziate. Leggi Green Pass, attenzione alle truffe.

Green Pass, attenzione alle truffe

P.S. Il QRCode dell’immagine qui sopra non è quello del green pass
ma uno generato da me con del testo casuale.

In sostanza, come era prevedibile, ci sono persone che, soprattutto tramite canali Telegram, vendono falsi Green Pass a somme non propriamente contenute.

E già questo sarebbe un reato ma la cosa che ci interessa direttamente è che questi individui chiedono copia della tessera sanitaria e della carta d’identità che sono documenti personali che non bisogna mai, se non in casi particolari, dare in giro; sicuramente non a qualcuno che sta già commettendo un reato.

Ecco cosa promette il canale Telegram e come si presenta.

Green Pass falso truffa

Nota che viene detto che gli altri sono tutti truffatori mentre quelli che hanno messo in piedi questo teatrino invece sono del tutto regolari, come no?!

Entrando nel canale c’è una presentazione dettagliata del “servizio” e relativi costi

GREENPASS COVID19

Sono circa 30mln gli italiani che hanno già ottenuto il GreenPass. La carta verde grazie alla quale è possibile viaggiare liberamente. A breve potrebbe essere obbligatorio anche per accedere liberamente a bar, ristoranti e mezzi di trasporto.

Avere il GreenPass diventerà dunque un obbligo per quanto costituzionalmente scorretto.

Ad oggi è possibile ottenere il GreenPass solo se ci si è sottoposti a vaccino, se si è guariti dal virus o se si è risultati negativi agli ultimi tamponi. Se hai soddisfatto uno di questi requisiti dovresti aver ricevuto tramite email o numero di telefono un SMS contenente un codice di autorizzazione.

Ricevuto questo codice sarà possibile accedere al proprio GreenPass in vari modi:
• Scaricando l’App Immuni
• Accedere con la propria tessera sanitaria a https://www.dgc.gov.it/
• Scaricando l’App IO

Alternativamente, se non ti sei mai voluto sottoporre a tampone ed/o vaccino ma hai comunque necessità di accedere al GreenPass potrai rivolgerti a noi. Dal suo lancio abbiamo fornito oltre 1200 GreenPass in tutta Italia.

Per ottenere il GreenPass grazie al nostro aiuto non sarà necessario fare alcun tampone, nè vaccinarsi e neppure essere guariti antecedentemente dal virus. Dovrai essere semplicemente in possesso di una tessera sanitaria ed un documento di riconoscimento in corso di validità. Riceverai il tuo GreenPass in forma cartacea ed/o digitale, per il materiale cartaceo sarà necessario fornire un indirizzo di recapito. Per il digitale sarà sufficiente fornire un numero di telefono od un indirizzo email.

I GreenPass saranno attivi e utilizzabili entro 48/72 ore. Le richieste vengono eseguite fino alle 18.00, tutte le richieste prese in carico oltre tale orario saranno eseguite il giorno lavorativo seguente.

Il costo del servizio varia in base al tipo di Carta Verde scelta:

• GreenPass Digitale: 100€
• GreenPass Cartaceo: 120€

Viste le diverse richieste ricevute da parte di interi nuclei famigliari, abbiamo deciso di lanciare dei pacchetti famiglia:

• 4 Famigliari
• G. P. Digitale: 300€
• G. P. Cartaceo: 350€

• 6 Famigliari
• G. P. Digitale: 450€
• G. P. Cartaceo: 500€

I nostri GreenPass sono documenti regolarmente rilasciati dal sistema sanitario europeo e sono pertanto documenti reali. Non sono documenti editati! Al fronte di qualsiasi controllo risulterà perfettamente valido!

Sui documenti sono presenti i QR Code regolarmente attivi e funzionanti.

Attualmente abbiamo all’attivo diversi metodi di pagamento, cercando di andare incontro alle esigenze di tutti senza trascurare mai la sicurezza dei clienti.

Per maggiori informazioni potete contattarci su

Ci sono due palesi inesattezze

  1. il green pass non è incostituzionale e non entro in dettagli perché non è questo il luogo. Qui si fa leva sull’ignoranza delle persone che credono a quello a cui vogliono credere.
  2. secondo loro i Green Pass sono documenti “regolarmente rilasciati dal sistema sanitario europeo” che NON ESISTE in quanto il sistema sanitario è proprio di ogni paese e le modalità di rilascio del green pass sono proprie di ogni paese europeo.

Si evince la palese malafede dei soggetti in questione che fanno leva sulla credulità delle persone e sulla propensione a cadere in simili truffe, viene presentato tutto come fosse una cosa lecita e viene detto che sì, non dovrai fare il vaccino, ma che dovrai inviare a dei palesi delinquenti la copia della tua carta d’identità e della tua tessera sanitaria!!!

Come se un topo d’appartamento ti chiedesse fiducia e si facesse lasciare le tue chiavi di casa!

In seguito vengono elencati anche i metodi di pagamento

💳METODI DI PAGAMENTO
Attualmente abbiamo all’attivo unicamente pagamenti non tracciabili al fine di tutelare la nostra e vostra sicurezza.

➔ CRYPTOVALUTE
Larga parte dei nostri clienti acquista i nostri servizi pagando tramite cryptovalute che consentono di rendere le transazioni irrintracciabili.
⤷ Bitcoin
⤷ Ethereum
⤷ Monero
⤷ USDT
Puoi acquistare Bitcoin ed altre crypto con carta di credito o bonifico bancario su Coinbase.com, Binance.com o Conio.it

➔ Buoni Regalo/Acquisto
Per cercare di andare incontro agli utenti meno avvezzi abbiamo aggiunto come metodo di pagamento anche i buoni regalo/acquisto, che sono acquistabili online o presso un qualsiasi tabacchino. Per usufruire di questi metodi di pagamento è necessario aggiungere 20€ al totale.
⤷ Buono Amazon
⤷ Buono Zalando
⤷ Buono PaySafeCard

➔ Paypal, Carta di Credito, Postepay e Bonifico
E’ possibile per tutti effettuare pagamenti utilizzando questi metodi acquistando voucher da alcuni siti:
➔ Vai su Dundle.com
➔ Aggiungi al carrello questo prodotto
➔ Effettua il pagamento tramite Paypal, Carta di credito o altro
➔ Su Dundle.com puoi acquistare, volendo, buoni Amazon e Zalando. anche in questo caso dovrai acquistare 20€ in più.

Puoi acquistare Buoni Amazon, Zalando e Voucher Bitnovo su questo sito!

Come vedi un servizio di truffa completo che ti permetterà di avere un Green Pass falso e facilmente scopribile tra l’altro, con il rischio per te.

Che reati per il Green Pass falso?

Per chi viene scoperto con un Green Pass falso non c’è la semplice multa (come nel caso di chi non indossa la mascherina se è obbligatoria) ma una denuncia penale alla quale può seguire una causa in tribunale. La stessa cosa delle false dichiarazioni nelle autocertificazioni rilasciate alle autorità di Pubblica sicurezza.

Falsificando il Green Pass viene violata una norma stabilita da un decreto legge (n. 65 del 18 maggio 2021) ma si mette a rischio la salute pubblica.

Quindi

  1. falso materiale commesso da privato (articolo 482 del Codice penale)
  2. falsa attestazione o dichiarazione a un pubblico ufficiale sulla identità o su qualità personali proprie o di altri (articoli 495 del Codice penale)

Il green pass può essere falsificato?

Molti probabilmente pensano che il bar code del green pass possa essere facilmente falsificato inserendo il nome e cognome della persona e generando un nuovo codice a barre un po’ come ho fatto io nell’immagine che trovi all’inizio dell’articolo.

Non è così. Il sistema di crittografia a chiave pubblica e privata che sta dietro al codice, non può essere violato e quindi è impossibile per chiunque non sia autorizzato generare un codice a barre che venga dichiarato valido al controllo con l’app VerificaC19 che è quella che verrà usata per controllare il possesso del green pass.

Come dice il sito del Governo

La Certificazione non è falsificabile e non può essere contraffatta o manomessa. Ogni Certificazione viene prodotta digitalmente con una chiave privata dall’ente che rilascia la Certificazione (in Italia il Ministero della Salute). Le chiavi private assicurano l’autenticità delle Certificazioni, e vengono custodite in sistemi di massima sicurezza. Le corrispondenti chiavi pubbliche vengono poi utilizzate per verificare le Certificazioni attraverso le app di verifica (in Italia VerificaC19).

Questo sistema di crittografia a doppia chiave assicura che non sia possibile risalire dalla chiave pubblica alla chiave privata e quindi rende impossibile produrre certificazioni non autentiche.L’app non ha bisogno di essere collegata alla rete per verificare le informazioni sulle Certificazioni. VerificaC19, si collega alla rete unicamente una volta al giorno per aggiornare le chiavi pubbliche di tutti i paesi europei. Nessun dato personale contenuto nelle Certificazioni viene quindi veicolato all’esterno al momento della verifica, né memorizzato sul dispositivo del verificatore.

Quindi chiunque ti proponga un green pass falso “che funziona” ti sta solo prendendo in giro per rubarti i soldi e anche i tuoi documenti, stai attento!

La cosa più ridicola del green pass falso

In tutto questo c’è un elemento che mi fa sorridere, e parecchio.

In molti non vogliono il green pass per questioni di violazioni della privacy, peraltro del tutto infondate, però queste stesse persone sono pronte a mandare la propria tessera sanitaria e la carta d’identità a un palese delinquente per avere un green pass fasullo, esponendosi così a possibili furti d’identità che potrebbero causare loro problemi infinitamente superiori alle paventate violazioni della privacy.

Questa è la cosa che più mi fa ridere di questa situazione. Oltre a essere illecita al 100% e a rischiare sanzioni pesanti, anche penali, espone chi lo fa a ulteriori problemi molto più gravi.

Approfondimenti

Dai un voto all'articolo

Green Pass, attenzione alle truffe Il green pass è oggi sulla bocca di tutti e da quando è stato reso obbligatorio per alcuni servizi, le truffe sono iniziate. Leggi Green Pass, attenzione alle truffe. P.S. Il QRCode dell’immagine qui sopra non è quello del green passma uno generato da me con del testo casuale. In sostanza, come era prevedibile, ci sono persone che, soprattutto tramite canali Telegram, vendono falsi Green Pass a somme non propriamente contenute. E già questo sarebbe un reato ma la cosa che ci interessa direttamente è che questi individui chiedono copia della tessera sanitaria e della carta d’identità che sono documenti
5 1 5 1
5

banner manuale di autodifesa digitale

Lascia un commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Disponibile il libro Manuale di Autodifesa Digitale | Come difendersi dal phishing
Manuale di Autodifesa Digitale - il libro