Come scoprire se qualcuno ha venduto la tua email

Tempo di lettura: 3 minuti

L’indirizzo email ha un valore per chi lo usa a livello commerciale. Vediamo come scoprire se qualcuno ha venduto la tua email.

Il valore di un indirizzo email

Chi fa spam, ma non solo, anche chi invia newsletter commerciali che possono magari interessarti, è alla continua ricerca di nuovi indirizzi email da inserire nel suo database.

È vero però che inserire indirizzi email a caso riempie il database di persone che, molto probabilmente non sono interessate al tuo servizio o prodotto; se io sono appassionato di pesca e mi iscrivo a una newsletter di trucchi e consigli sulla pesca, leggerò volentieri queste email, ma se a me della pesca non interessa minimamente, saranno solo una rottura di scatole.

Se ne deduce che inserire email a caso in un database non serve a nulla se non ad aumentare il numero di persone che si rimuovono.

Questo vale per te che, magari, hai un’azienda e vuoi mandare delle email sui tuoi prodotti o servizi.

Però gli spammer, quelli che mandano di tutto a più persone possibile, non ragionano con questa logica. Più email hanno e meglio è e ogni email in più per loro ha un valore perché potrebbe rappresentare un cliente.

Capisci bene che per loro, tra 100.000 email o 1.000.000 di email c’è una bella differenza e quindi sono alla continua ricerca di indirizzi email da inserire.

Ecco che, per questo fatto, ogni email ha un valore. E ci sono aziende che cercano di raccogliere, in maniera discutibile, più email possibili per poi venderle agli spammer.

Magari ti iscrivi a un servizio su internet e questo vende la tua email a uno spammer.

Come scoprire se qualcuno ha venduto la tua email

Se hai Gmail puoi usare un trucchetto per sapere se la tua email è stata ceduta.

Primo trucco con Gmail

Come sai Gmail non conta il punto all’interno di un indirizzo email quindi mariorossi@gmail.com o mario.rossi@gmail.com sono esattamente la stessa cosa e infatti Gmail non ti permette di creare un nuovo indirizzo email usando i punti.

Se quindi ti vuoi iscrivere a una newsletter o a un servizio su internet e invece di usare l’indirizzo che usi sempre – mariorossi@gmail.com – usi marioro.ssi@gmail.com (con un punto messo in qualsiasi parte) e poi ti vedi arrivare dello spam su questo indirizzo, sai che la tua email sarà stata ceduta proprio da questi ultimi.

Secondo trucco con Gmail

Anche il carattere + non viene conteggiato e per questo motivo mariorossi+pesca@gmail.com e mariorossi+calcio@gmail.com sono entrambi indirizzi validi.

Se usi il primo per iscriverti a una newsletter sulla pesca e il secondo per iscriverti a una newsletter sul calcio, potrai subito verificare chi ha ceduto il tuo indirizzo email; se successivamente dovessi ricevere una proposta per abbonarti a una rivista all’indirizzo mariorossi+calcio@gmail.com, saprai subito che quelli della newsletter del calcio hanno fatto i furbi.

Verifica se la tua email è in qualche lista rubata

Esiste anche un sito che verifica se la tua email è inserita in qualche lista di email rubate e rivendute al mercato nero agli spammer.

Il sito in questione è Have I been sold e, inserendo la tua email – non preoccuparti che è sicuro – questa verrà confrontata con le liste conosciute e ti verrà detto se la tua email è in una di queste liste.

Verifica se la tua email è in qualche lista rubata

Cliccando sul pulsante verde “Let me know if I shop up” ti arriverà un’email con un link di conferma per accettare il servizio – gratuito – che ti permetterà di sapere se la tua email verrà individuata in qualche lista futura.

Approfondimenti

Dai un voto all'articolo

Come scoprire se qualcuno ha venduto la tua email L’indirizzo email ha un valore per chi lo usa a livello commerciale. Vediamo come scoprire se qualcuno ha venduto la tua email. Il valore di un indirizzo email Chi fa spam, ma non solo, anche chi invia newsletter commerciali che possono magari interessarti, è alla continua ricerca di nuovi indirizzi email da inserire nel suo database. È vero però che inserire indirizzi email a caso riempie il database di persone che, molto probabilmente non sono interessate al tuo servizio o prodotto; se io sono appassionato di pesca e mi iscrivo a una newsletter di trucchi e consigli sulla pesca, leggerò
5 1 5 1
5

Tags:

Lascia un commento...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.