Come riconoscere un ecommerce falso

Riconoscere un ecommerce falso è oggi fondamentale per non essere imbrogliati e soprattutto per non buttare i propri soldi e non ricevere la merce ordinata.

riconoscere un ecommerce falso
Come riconoscere un ecommerce falso 2

La situazione degli e-commerce

Oggi di siti di vendita online ce ne sono migliaia in praticamente tutti i paesi del mondo e ognuno vende una determinata tipologia di merce, anche se la maggioranza è concentrata sull’elettronica e sull’abbigliamento.

Proprio per questo è fondamentale capire se ci si trova davanti a un negozio online serio oppure a qualcuno che lo ha messo in piedi in fretta e furia solo per rubare soldi a qualche sprovveduto.

Cosa può succedere con un ecommerce falso

Sostanzialmente due cose

  1. acquisti e non ti verrà mai spedito nulla
  2. acquisti e ti verrà spedito qualcosa di diverso da quello che hai ordinato e di poco valore

In ogni caso, perdi i tuoi soldi perché averli indietro sarà un’impresa, sempre che tu ci riesca.

Come riconoscere un ecommerce falso

Ne ho parlato in un lungo e dettagliato articolo il cui link trovi negli approfondimenti, ma ti elenco qui i segnali che ti possono fare capire se ti trovi davanti a una truffa.

Se trovi questi segnali sei quasi sicuramente di fronte a un sito ecommerce falso.

  1. mancanza della partita iva. Se un’e-commerce è italiano deve avere la partita iva indicata e la partita iva la puoi controllare sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Questo vale per gli e-commerce italiani.
  2. mancanza di una sezione “Chi Siamo”. In questa sezione deve essere indicata chiaramente l’impresa o l’azienda che sta dietro a questo e-commerce. Se manca è un segnale che non si vuole fare sapere chi c’è dietro.
  3. mancanza di una privacy policy completa e dettagliata. Questa deve per forza di cose contenere tutti i dettagli dell’azienda.
  4. dominio internet registrato di recente. Se sul sito si dice che l’azienda opera da 10 anni ma il dominio è stato registrato due mesi prima, è un bruttissimo segnale.
  5. dominio internet con i dati del registrante anonimizzati. I dati del titolare del dominio devono essere pubblici perché chi acquista deve sapere da chi lo fa.
  6. prezzi troppo bassi. Se un bene che ha un prezzo di mercato di 200 euro viene venduto a 20 euro, sicuramente è una truffa.
  7. sconti troppo alti. Non sono plausibili sconti del 70, 80 o 90%. In nessun caso.
  8. merce introvabile disponibile subito. Non succede praticamente mai che un e-commerce sconosciuto, saltato fuori dal nulla, possa vantare disponibilità di merce che neppure le grandi catene o Amazon hanno.
  9. sito e-commerce raffazzonato. Presentarsi bene è un dovere da parte di chi vende. Un sito fatto in fretta e furia non è un segnale positivo.
  10. vendita di merce di marca a prezzi ridicoli. Se una felpa di Gucci costa 800 euro, è impossibile trovarla a 50 e, se la trovi, sicuramente è merce contraffatta che ti espone anche a rischi penali.
  11. inganno sul nome del marchio trattato. Ci sono siti che cercano di farsi passare per gli store ufficiali di marchi conosciuti usando un dominio che somiglia a quello ufficiale ma differisce per qualche particolare. Massima attenzione!

Se uno o più di questi elementi è presente, allora è facile che tu ti trovi davanti a un sito trappola che ha lo scopo di rubarti i soldi.

Sito ecommerce falso all’estero

Se ti rivolgi a un sito e-commerce all’estero le cose si fanno più complicate perché la partita iva non è obbligatoria però è consigliata e comunque c’è anche il modo per verificarla.

Finché il sito è nella Comunità Europea, una verifica può essere fatta, ma se è fuori allora è impossibile.

Valgono comunque tutti gli altri segnali che sono sempre da verificare prima.

La presenza o meno della partita iva, al di là del fatto che è verificabile solo nella comunità europea, è solo uno degli elementi e neanche quello più importante in assoluto.

Verifica sempre tutti questi punti e se ne trovi più di uno positivo allora pensaci bene prima di dare i soldi a queste persone perché rischi di perderli.

Approfondimenti

Dai un voto all'articolo

Come riconoscere un ecommerce falso Riconoscere un ecommerce falso è oggi fondamentale per non essere imbrogliati e soprattutto per non buttare i propri soldi e non ricevere la merce ordinata. La situazione degli e-commerce Oggi di siti di vendita online ce ne sono migliaia in praticamente tutti i paesi del mondo e ognuno vende una determinata tipologia di merce, anche …

Come riconoscere un ecommerce falso Leggi tutto »

5 1 5 2
5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su