Convocazione Europol

Mi sono state segnalate da due lettori email che paiono pervenire da Europol e che riguardano una possibile convocazione Europol.

Il mittente è del tutto irrilevante perché sono arrivate da email differenti con lo stesso nome mittente, e cioè Europol.

I contenuti sono quelli che puoi vedere qui di seguito. Uno purtroppo di scarsa qualità e l’altro più leggibile.

Convocazione Europol
convocazione europol Cathérine de Bolle – Myriam Quemener
europol brigata tutela minori
convocazione europol Cathérine de Bolle – Francesca Nanni

Questi documenti, del tutto fasulli, mirano a farti credere di essere oggetto di indagine da parte dell’Europol per una manciata di reati a sfondo sessuale e pedopornografico che farebbero allarmare chiunque se

  • non fossero arrivati via email ma via raccomandata
  • fossero verosimili non solo nella forma ma anche nel contenuto
  • richiedessero una procedura non ridicola come quella elencata

Invece

  1. l’italiano è ai limiti del ridicolo, soprattutto nel secondo documento.
  2. ti dicono che ti arrestano via email come se la cosa fosse possibile
  3. ti chiedono di giustificarti via email rispondendo a un’indirizzo su Gmail o altri generici
  4. riportano scritte fantasiose come “documento legalizzato” che non vuole dire nulla e non ha alcun valore

Sinceramente, al di là di fati prendere uno spavento, non capisco dove sia la truffa o il problema dietro a un’email del genere.

Probabilmente, rispondendo all’email, ti chiederanno dei soldi per non procedere con le indagini o l’arresto, non ne ho idea, ma vista così è veramente ridicolo come tentativo.

Ho mandato un’email all’indirizzo indicato e vediamo cosa mi risponderanno.

Nel frattempo ti invito a non prendere in considerazione cose del genere perché frutto della mente malata di qualche criminale.

La risposta di “Europol”

Metto Europol tra virgolette perché la risposta non arriva sicuramente da loro ma da questa fantomatica Catherine DE BOLLE [email protected].com che non ha nulla a che fare con la protezione dei minori o con Europol.

In tutta risposta mi è arrivato questo pdf

europol risposta
la risposta (falsa) di Europol

Scritta in un italiano neppure da prima elementare, sostanzialmente ti viene detto che puoi scegliere tra la procedura legale oppure la “risoluzione amichevole”. Cioè paghi una sanzione di € 4850 (!!) e si dimenticano dei tuoi reati.

Dimenticandosi, ovviamente, che per i reati penali -preciso che il reato è sempre penale in quanto non esiste un reato “civile” o “amministrativo” – non è prevista una “sanzione” che ti permette di far finta che il reato non sia mai successo, ma siccome lo scopo dei criminali è di rubarti dei soldi, a loro interessa solo questo, non la veridicità o meno delle loro affermazioni.

Mettono anche un link di France24 dove si parla dello smantellamento di una rete di pedofili, come a sottolineare che tu ne faccia parte.

Il pdf si conclude con un “Per salvarti, ti preghiamo di contattarci il prima possibile“, cosa che ho fatto rispondendo alla “signora” e chiedendo cosa devo fare.

Richiesta di bonifico

Dopo la mia email figuriamoci se si facevano scappare un’occasione del genere.

Ecco la risposta via email dalla “signora”

CONSTATAZIONE AMICHEVOLE

Confermiamo la ricezione della tua email,

Per aver scelto l’opzione 2 che è una composizione amichevole e per una questione di riservatezza riguardo a questa questione relativa alla tua vita privata, si prega di indicare come motivo: FILE IMPORTANTE

Ecco il estratto conto bancario per effettuare il bonifico di 4850 euro.

Titolare del conto: OLGA PRODAN

IBAN: IT46F0311512701000000003333

BIC: FIDMIT3XXX

Sto aspettando la scansione della ricevuta del bonifico via email.

Sto ancora aspettando la ricevuta del bonifico via e-mail

Il prima possibile

Signora Catherine De BOLLE, Direttore Generale della Polizia Federale,

Capo Brigata Tutela Minori (BPM)

DIREZIONE CENTRALE DI POLIZIA GIUDIZIARIA

BRIGATA MINORE DI PROTEZIONE

con tanto di allegato con le coordinate per fare il bonifico. Coordinate di una banca italiana con iban italiano e intestato a una persona fisica.

Quindi, in pratica, prima ti dicono che Europol sta indagando su di te e ti arresteranno per dei reati a sfondo sessuale, poi ti dicono che se paghi non ci saranno conseguenze e successivamente ti dicono di fare il bonifico in Italia a un privato con un nome russo o dell’est europeo.

Altre varianti e oggetti email differenti su Europol

Arrivano anche email da

e come oggetto dell’email truffaldina

  • BRIGATA DI PROTEZIONE MINORI
  • CRIMINE – INFORMATICO – CONVOCAZIONE – RISPOSTA VELOCE

Opinione su Europol

È un tentativo di truffa neanche troppo sofisticato e se dovessi ricevere un’email del genere ti invito a NON dare seguito, NON rispondere e cancellare subito l’email ricevuta.

Se vuoi essere in grado di capire il metodo per riconoscere subito se un’email è pericolosa e vuoi apprendere anche i metodi segreti che usano gli esperti per farlo in tempo reale, acquista il libro Manuale di Autodifesa Digitale e nessuno potrà più ingannarti!

Dai un voto all'articolo

Convocazione Europol Mi sono state segnalate da due lettori email che paiono pervenire da Europol e che riguardano una possibile convocazione Europol. Il mittente è del tutto irrilevante perché sono arrivate da email differenti con lo stesso nome mittente, e cioè Europol. I contenuti sono quelli che puoi vedere qui di seguito. Uno purtroppo di scarsa qualità …

Convocazione Europol Leggi tutto »

4.68 1 5 44
4.68

2 commenti su “Convocazione Europol”

  1. Ottimo articolo.
    Mi permetto solo due consigli:
    1. come la stessa Europol suggerisce (https://www.europol.europa.eu/media-press/newsroom/news/beware-of-scams-involving-fake-correspondence-europol), è bene denunciare il fatto alla Polizia Postale e successivamente alla stessa Europol;
    2. il reato è sempre una violazione della legge penale; quindi “reato penale” equivale a “uomo umano”, “cavallo equino”, ecc.
    Scusa la puntualizzazione, ma a leggere “reato penale” mi sanguinano gli occhi… 🙂

    1. Ciao. Ti ringrazio per la puntualizzazione e ti rispondo a beneficio di tutti.

      So che l’Europol suggerisce di denunciare la cosa e, se servisse a qualcosa, sarei anche d’accordo ma in primo luogo non serve a nulla e in secondo luogo il link che tu indichi, che conoscevo, ti dice di segnalare la questione a loro e ti rimanda a un link https://www.europol.europa.eu/contact-us/request-media che non serve assolutamente allo scopo ma, come dicono loro “This contact form is only to be used by members of the media.” quindi già serve a poco la segnalazione, se poi è fatta tramite un form generico di richiesta, serve ancora meno.

      Avendo fatto giurisprudenza in tempi molto lontani, so anche che il reato è sempre e solo penale, ma il blog è per tutti e devo essere sempre più chiaro e semplice possibile e il fatto che il reato sia sempre e solo penale e che non esista un “reato civile” o un “reato amministrativo” è una sottigliezza che non tutti conoscono.

      A costo di non essere “perfetto” semanticamente preferisco essere chiaro affinché tutti capiscano. In ogni caso grazie per l’apprezzamento e anche per il commento 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su