Come evitare le truffe sulle assicurazioni

Tempo di lettura: 3 minuti

ivass assicurazioni truffe tutto sulla posta elettronicaLo ammetto, non pensavo che la fantasia dei truffatori si spingesse fino a proporre e fare pagare assicurazioni RC del tutto fasulle ma sembra invece che sia una pratica diffusissima. Ecco quindi un articolo su come evitare le truffe sulle assicurazioni.

Lo segnalo perché dovendo rinnovare l’assicurazione dell’auto mi sono guardato un po’ in giro e ho visto un po’ di tutto e mi sono anche arrivate delle email che ho approfondito. Incrociando i dati e facendo qualche ricerca su Google è venuta fuori questa situazione assurda di finte compagnie, ma soprattutto finti agenti, che propongono assicurazione fasulle.

Il grosso problema è che se tu ci caschi sei convinto di circolare coperto da regolare RC e invece sei assolutamente scoperto e rischi moltissimo, compresa la confisca dell’auto!

Chi offre polizze fasulle in genere lo fa per polizze di durata limitata, fino a un giorno, e qualcuno ci casca allettato dal prezzo.

Come evitare le truffe sulle assicurazioni

In primis occorre sapere che c’è l’IVASS che è l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni che fa questo e molto altro.

Se capiti su un sito che ti propone un’assicurazione RC che ti pare sospetta – ma anche se non ti pare sospetta meglio fare una verifica – puoi consultare 5 elenchi importanti sul sito IVASS.

  1. L’elenco delle agenzie di intermediazione irregolari.
  2. L’elenco dei casi di contraffazione
  3. L’elenco delle società non abilitate o non autorizzate
  4. L’elenco delle imprese italiane operanti nelle assicurazioni RC Auto e Natanti
  5. L’elenco imprese estere ammesse ad operare in Italia nella Responsabilità Civile obbligatoria Auto, attraverso una Rappresentanza in Italia
Leggi anche  Generare una password sicura e facile

E consulta anche gli ultimi comunicati stampa dove vengono segnalati gli intermediari che non sono in regola.

Se hai a che fare con un intermediario controlla che sia iscritto al RUI (Registro Unico Intermediari) sempre sul sito IVASS. Se non c’è è palese la truffa. Ho anche visto che molti intermediari indicano il numero RUI sul loro sito, peccato che poi non corrisponda alla persona indicata.

IVASS ha anche un contact center che risponde al numero verde 800-486661 dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 14.30.

Ecco alcune raccomandazioni dell’IVASS

L’IVASS mette in guardia i consumatori suggerendo di verificare nel sito dell’Istituto che

  • ove il beneficiario del pagamento del premio sia un intermediario, si tratti di
    un iscritto al RUI
  • in caso di richiesta di pagamento a favore di carte di credito prepagate/ricaricabili e/o conti bancari/postali (anche on-line), l’intermediario
    iscritto nel RUI sia il titolare della carta o del conto.

I consumatori possono chiedere chiarimenti ed informazioni al Contact Center Consumatori dell’IVASS al numero verde 800-486661 dal lunedì al venerdì h. 8.30 –
14.30.

In ogni caso, l’IVASS richiama l’attenzione sulla circostanza che i siti internet o i profili Facebook (o di altri social network) degli intermediari che esercitano l’attività tramite internet devono sempre indicare:

  1. i dati identificativi dell’intermediario;
  2. l’indirizzo della sede, il recapito telefonico, il numero di fax e l’indirizzo di posta elettronica;
  3. il numero e la data di iscrizione al Registro Unico degli Intermediari nonché l’indicazione che l’intermediario è soggetto al controllo dell’IVASS.

I siti o i profili Facebook (o di altri social network) che non contengono le informazioni sopra riportate non sono conformi alla disciplina in tema di intermediazione assicurativa ed espongono il consumatore al rischio di stipulazione di polizze contraffatte.

Per gli intermediari dello Spazio Economico Europeo (SEE) abilitatati ad operare in Italia il sito internet deve riportare, oltre ai dati identificativi ed ai recapiti sopra indicati, l’indicazione dell’eventuale sede secondaria nonché la dichiarazione del possesso dell’abilitazione all’esercizio dell’attività in Italia con l’indicazione dell’Autorità di vigilanza dello Stato membro di origine.

In conclusione occhi aperti e se ti arriva un’email di una presunta assicurazione che ti propone qualcosa di strano, informati ed eviterai di essere truffato!

Leggi anche  Segnare come letti tutti i messaggi in Gmail

Leave a Reply

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.